VALBONDIONE

La Valseriana è la più importante delle due valli che attraversano il complesso di monti denominato Alpi Orobie e Prealpi Bergamasche.
La parte superiore di questa Valle, dove confluiscono le prime acque del Serio, prende il nome di VALBONDIONE, dal primo affluente del Serio (il Bondione). Proprio qui sorge il ridente paese bagnato dal Serio e dal Bondione, posto tra prati e boschi cui fanno corona il Coca, il Redorta, lo Scais, il recastello e il torena, vette che si innalzano verso il cielo con guglie, torrioni, cime che spesso sfiorano o superano i 3.000 metri di altezza.

Sono i -giganti- delle Orobie, che con la loro imponenza sembrano vegliare e decidere sulle sorti di questo paese montano che si presenta ridente, con case nuove, un ampio campeggio, attrezzature sportive e ricreative, alberghi concentrati soprattutto nella stazione sciistica di Lizzola.
In un territorio compreso tra i 750 e i 3050 metri di altitudine si trovano le due frazioni distanti tra loro ben 10 km: Fiumenero all’inizio del Comune e Lizzola alla sua estremità, il capoluogo Bondione e le contrade di Mola Gavazzo, Dossi, Casa Corti, Pianlivere e Grumetti, per un totale di 1244 residenti.

Nel territorio di Valbondione sorgono i rifugi alpini Brunone, Coca e Curò, del CAI di Bergamo, raggiunti ogni anno da alpinisti, escursionisti e amanti della montagna: gente, insomma, che ricerca tra i monti momenti di pace, di silenzio, di serenità, il gusto delle cose semplici e genuine, l’appagante bellezza degli spettacoli che la natura sa elargire a chi le si avvicina con la giusta predisposizione d’animo.

Valbondione è Paese conosciuto in tutt’ Italia soprattutto per le CASCATE che il Serio forma proprio nel suo territorio. L’acqua, liberata dalle paratie della Diga del Berbellino precipita a valle spumeggiando con un triplice esaltante salto di 315 metri: sono uno degli spettacoli più maestosi ed entusiasmanti che si possono ammirare a Valbondione.
Le CASCATE DEL SERIO sono le più alte d’Italia e le seconde d’Europa.